User: 
Password: 
 
 
 
RDM - Remote Device Management for Automotive
 
Descrizione della soluzione

La soluzione proposta da Adeo è costituita da un sistema di monitoraggio basato su un modulo di comunicazione M2M installato localmente e connesso con un Service Center ove risiede il server. Sul server è installato il software che si occupa di elaborare e gestire i dati ricevuti dai dispositivi remoti, generando i relativi report e gli eventuali allarmi. Il modulo di comunicazione locale interagisce con la sensoristica di bordo leggendo e memorizzando i valori prodotti che vengono di seguito trasmessi.

Il sistema introduce i seguenti vantaggi per i veicoli posti sotto controllo:

  • Monitoraggio e miglioramento delle prestazioni

  • Sicurezza

  • Ottimizzazione dell’esercizio e della manutenzione

RDM-Auto-motive.png

 

Monitoraggio e miglioramento delle prestazioni

Il sistema di monitoraggio delle prestazioni (Performance Monitoring) offre la possibilità di avere un accesso facile e aggiornato ai dati relativi ai singoli automezzi, indispensabili per ottenere un miglioramento delle prestazioni (Performance Improvement). I clienti hanno la possibilità di accedere al sistema per monitorare costantemente le prestazioni dei propri automezzi.

I clienti verranno abilitati, attraverso l’accesso ad un sito web, a visualizzare e stampare i dati della sensoristica di bordo, inclusi i dati relativi al geo-posizionamento dell’automezzo.

Il sistema di monitoraggio delle prestazioni (Performance Monitoring) organizza i dati acquisiti ed altri indicatori di prestazione tramite una interfaccia facilmente accessibile e facile da usare.

Sicurezza

Il sistema di monitoraggio remoto aiuta a mantenere gli automezzi nella migliore efficienza possibile ed al contempo costituisce un valido antifurto.
Aumentare l’efficienza porta ad una maggior affidabilità e ad una riduzione del rischio di incidenti dovuti a malfunzionamenti meccanici.
La presenza a bordo di un impianto di localizzazione GPS permette il costante monitoraggio della posizione degli automezzi, garantendo al contempo la perfetta conoscenza della posizione dei singoli veicoli della flotta (pianificazione ed ottimizzazione degli spostamenti) e l’immediato allarme nel caso in cui uno dei veicoli dovesse uscire dai percorsi assegnati.

Ottimizzazione dell’esercizio e della manutenzione

I sensori di bordo sono in grado di monitorare tutti i parametri di funzionamento legati alle condizioni operative degli automezzi ed ai valori ambientali in cui essi operano. Tutti questi valori sono immagazzinati in un database remoto che permette di tracciare la vita operativa di ciascun automezzo.

Tramite il sistema diventa possibile attivare una manutenzione predittiva dei dispositivi ed attivare quindi procedure preventive di riparazione, idealmente prima che il malfunzionamento vero e proprio si verifichi. E’ altresì possibile comunicare al cliente sia la posizione precisa in cui si trova un automezzo con qualsiasi tipo di problema, sia tutte le informazioni necessarie ad identificare esattamente il problema stesso.

Il sistema di manutenzione remota offre sicuramente molti benefici. La manutenzione degli apparati è usualmente un processo manuale lento che richiede soste in officina per identificare i problemi, fornire e sostituire le parti di ricambio. Con il sistema di gestione remota degli apparati viene fornita al cliente una informazione aggiornata per gestire le operazioni in modo efficiente, per ridurre i costi e per ottimizzare la catena logistica per il magazzino ed il riordino delle scorte, per avere un approccio manutentivo preventivo e per minimizzare i fermi dei veicoli con i conseguenti costi che qeusti comportano.

Il servizio proposto integra automaticamente le informazioni provenienti dagli apparati remoti con applicazioni centrali IT, fornendo un reporting in tempo reale, gestendo avvisi e ottimizzazioni all’interno dei flussi aziendali, inclusi:

  • Il monitoraggio di ciascun apparato, il recupero dati, il monitoraggio degli allarmi ed il trasferimento dei dati all’applicazione di monitoraggio centrale.

  • Il sistema di gestione remota degli apparati, che gestisce in modo centralizzato la raccolta dati dagli automezzi in circolazione, processa gli allarmi e inoltra i dati ai sistemi IT aziendali. Fornisce inoltre uno strumento di reporting basato su web ed un cruscotto specifico.

  • Il servizio di gestione allarmi, attraverso un call-center dedicato alle chiamate alla polizia, ai tecnici e a chiunque sia in grado di risolvere i problemi specifici.

Alcuni semplici esempi possono aiutare a rendere maggiormente evidente come il sistema di monitoraggio possa contribuire a migliorare l’efficienza dei processi manutentivi.

La temperatura dell’acqua di raffreddamento dei motori è uno dei caratteristici valori che vengono tenuti sotto controllo per evitare che un eventuale surriscaldamento produca gravi guasti. Quando la temperatura supera una soglia prestabilita un apposito segnale avverte l’autista dell’anomalia, permettendogli di porre in atto le apposite procedure. Possono però verificarsi situazioni meno evidenti ma potenzialmente altrettanto pericolose. Ad esempio, il valore della temperatura dell’acqua potrebbe variare all’interno della fascia di ammissibilità (valore minimo e valore massimo di temperatura) con una frequenza elevata, indicando così un anomalo funzionamento della pompa che permette la circolazione del liquido refrigerante. Una tale informazione può portare a prevenire un guasto che porterebbe al fermo dell’automezzo durante il suo normale funzionamento, evitandone quindi gli ovvi disagi e costi.

Allo stesso modo, in un veicolo ibrido, la discesa al di sotto di una certa soglia della tensione delle batterie di alimentazione viene segnalato come anomalia dalla strumentazione di bordo. Tale tensione viene però rapidamente riportata al livello di sicurezza dal motore termico. Nella pratica, la continua segnalazione da parte dei normali sistemi di bordo della tensione troppo bassa porta ad un abbassamento del livello di attenzione e quindi ad ignorare tali indicazioni. Un warning calcolato invece in base al livello di tensione bassa con una condizione temporale (durata della condizione maggiore di un determinato intervallo di tempo) identifica la reale presenza di un problema ed evita i continui falsi allarmi.

Un potente strumento messo a disposizione dal sistema RDM è la possibilità di creare e gestire dei ‘devices virtuali’. Questi devices vengono a tutti gli effetti considerati dal sistema come dei devices fisici ma in realtà le misure memorizzate non vengono prodotte da un sensore presente fisicamente a bordo bensì sono il frutto di elaborazioni aventi come dati di ingresso i valori di altri ‘devices reali’ o di ulteriori ‘devices virtuali’. Ad esempio, è possibile verificare con un ‘device virtuale’ appositamente creato il corretto funzionamento della sonda che indica il livello di carburante il cui guasto potrebbe provocare il blocco del veicolo per mancanza di carburante. E’ sufficiente creare un ‘device virtuale’ che verifichi la variazione del livello di carburante in presenza dello stato on del motore. Se dopo un certo intervallo di tempo il livello di carburante non è cambiato, siamo certamente in presenza di una anomalia che viene segnalata dal sistema.

Una 'device virtuale' simile potrebbe controllare l’accensione del motore che si protrae per un tempo prolungato senza che il veicolo si muova. E’ la tipica situazione in cui il motore viene lasciato acceso mentre il veicolo è in sosta al capolinea per permettere il funzionamento dell’impianto di climatizzazione. Tale prassi è attualmente vietata dal Codice della Strada e contribuisce sensibilmente all’aumento dei consumi ed all’inquinamento cittadino e dovrebbe quindi essere segnalata.

Vantaggi di un sistema di gestione remota degli apparati

Il sistema di gestione remota degli automezzi può ridurne il fermo e creare un processo di manutenzione maggiormente efficiente. Il fermo dei veicoli è spesso il risultato di una scarsa manutenzione, dove ogni ritardo nelle risoluzioni di problemi può portare alla insoddisfazione di chi usufruisce dei servizi erogati dai veicoli (passeggeri, logistica, ecc).

La conoscenza real-time dello stato degli apparati consente di risolvere i problemi identificandoli prima che producano guasti catastrofici.

Il sistema di gestione remota degli apparati contribuisce a ridurre i costi, ad incrementare il fatturato ed a migliorare il servizio ai clienti con i seguenti benefici:

  • Il miglioramento della manutenzione degli apparati e delle operazioni consente al business di evolvere da una forma reattiva ad una predittiva con un approccio preventivo.

  • La risposta rapida ai problemi minimizza il fermo dei veicoli e migliora il servizio ai clienti.

  • Il controllo avanzato dei veicoli dati in affitto e/o in leasing riduce le perdite dovute ad un uso improprio e consente pagamenti in base a modalità avanzate di tariffazione in funzione del reale utilizzo che consentono di evitare eventuali abusi.

  • La conoscenza e la capacità di riordino delle scorte in tempo reale aiuta la gestione dell’inventario.

  • La catena delle forniture e la logistica diventano più efficienti.
                      

Conclusioni

Riassumendo, le funzionalità della soluzione che proponiamo sono in grado di:

  • Effettuare da remoto tutte le operazioni di controllo e di segnalazione degli allarmi mediante la lettura e la scrittura e l’eventuale riprogrammazione dei sensori associati agli automezzi da gestire;

  • Sincronizzare i dati relativi ad uno o più automezzi con il Sistema Centrale di gestione, nel quale sono catalogate tutti i dispositivi di tutti gli automezzi controllati.

     

   






Dettaglio.png Immagine1.png Immagine2.png Immagine3.png Immagine4.png Immagine5.png Resource.png Statistic.png